top of page

Il cacao non sembra ridurre il disagio digestivo legato all'attività motoria

L'impressionante atletismo è stato mostrato durante le Olimpiadi invernali, ma essere al top del proprio gioco non protegge necessariamente dai disturbi digestivi derivanti dall'esercizio. Sorprendentemente, alcune persone aggiungono cacao alla loro dieta per ridurre questi sintomi. Ora, i ricercatori riferiscono che il consumo quotidiano a lungo termine di cacao non sembra migliorare i problemi digestivi legati all'esercizio negli atleti di sesso maschile e induce solo cambiamenti minimi ai loro microbiomi intestinali.


Cosa possono fare i membri?


L'esecuzione di un esercizio vigoroso o intenso può causare disturbi digestivi per alcune persone. I sintomi possono includere nausea, bruciore di stomaco, crampi addominali e diarrea. Nei casi peggiori, i sintomi sono così gravi che gli atleti interrompono quello che stanno facendo e abbandonano le competizioni. Studi precedenti hanno suggerito che il consumo di cacao a lungo termine potrebbe alleviare questi problemi a causa dell'alto livello di flavonoidi della sostanza gustosa. Questi composti possono potenziare l'attività antiossidante e antinfiammatoria e negli studi sugli animali hanno dimostrato di avere effetti prebiotici sui microbi intestinali benefici. Tuttavia, il consumo cronico di cacao in polvere da parte dell'uomo per ridurre i problemi digestivi legati all'esercizio non è stato studiato in modo standardizzato. Quindi, François Fenaille, Mar Larrosa e colleghi hanno voluto sviluppare una sperimentazione umana altamente controllata ma anche realistica per valutare se il cacao potesse aiutare.


Utilizzando il formato gold standard per le prove umane, i ricercatori hanno condotto uno studio randomizzato e controllato con placebo su 54 atleti maschi fisicamente in forma che hanno seguito una rigida routine di allenamento per 10 settimane. Durante quel periodo, i partecipanti hanno integrato la loro dieta regolare con cacao ricco di flavonoidi o una polvere di amido placebo mescolata a latte parzialmente scremato, che hanno bevuto ogni giorno a colazione. All'inizio e alla fine del periodo di allenamento, gli atleti sono stati sottoposti a una prova di corsa ad alta resistenza. I sintomi gastrointestinali dei partecipanti non sono cambiati in nessuno dei due gruppi di supplementazione, indicando che il cacao non ha migliorato i disturbi digestivi indotti dall'esercizio. Infine, i ricercatori hanno riscontrato solo lievi effetti sulla composizione del microbioma intestinale e sui metaboliti plasmatici e fecali. Sebbene le diete degli atleti, che includevano un'elevata quantità di frutta e verdura, avrebbero potuto mascherare un piccolo effetto del cacao, i ricercatori concludono che il cacao non è un efficace integratore di esercizio per sopprimere i problemi gastrointestinali o modificare il microbioma intestinale generale degli atleti di resistenza .



Fonte storia:


Materiali forniti dall'American Chemical Society.

3 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page